Canapa ed ecosostenibilità: ecco perché la canapa è eco-friendly!

Canapa ed ecosostenibilità: hai mai pensato che questa strepitosa pianta potrebbe salvare l’ambiente?

La canapa, come sapete, viene coltivata da millenni e fin dai tempi antichi è stata utilizzata in tantissimi settori, da quello terapeutico a quello tessile. Grazie proprio alla sua versatilità, la canapa è da considerarsi davvero un’alleata preziosissima per vivere finalmente in armonia con la natura e con l’ambiente che negli anni abbiamo contribuito a inquinare sempre di più.

In che modo la canapa può essere il nostro “asso nella manica” green ed eco-friendly? Ecco i 6 motivi che fanno di questa pianta l’alternativa green per salvare l’ambiente!

  1.  Previene l’inquinamento da pesticidi
    La canapa può vantare il “super-potere” di resistere naturalmente ai parassiti. Per questo motivo la sua coltivazione non necessita di trattamenti pesticidi, erbicidi e antiparassitari.
    Limitando l’uso di questi prodotti, deleteri per l’ambiente e per le falda acquifere, è possibile ridurre la diffusione di agenti inquinanti e tossici pericolosi per il nostro pianeta e per la nostra salute.
  2. Rende fertile il suolo
    La canapa può crescere in tantissimi tipi di suolo e terreni e grazie alla formazione di radici molto profonde riesce a compattare e a ridurre l’erosione del suolo. 
    Inoltre, grazie alla presenza di nutritivi nel gambo e nelle foglie, dopo la raccolta, i nutritivi che restano vengono assorbiti dal terreno contribuendo così al rinnovamento e alla fertilità della terra.
  3. Assorbe metalli tossici
    Diverse ricerche hanno dimostrato che la canapa è in grado di assorbire le sostanze tossiche e nocive nell’ambiente, specialmente i metalli pesanti che sono pericolosissimi anche per la nostra salute!
  4. Riduce gli effetti delle emissioni di carbonio
    La canapa è  una delle poche colture in grado di ridurre le emissioni di carbonio grazie a un processo chiamato “cattura del carbonio”. Questa pianta riesce a catturare  le emissioni di carbonio dall’atmosfera. Pensate che per ogni tonnellata di canapa prodotta, 1,63 tonnellate di carbonio vengano eliminate dall’aria … bello, no?

  5. Preserva l’acqua
    Sapete che servono all’incirca più di 5.000 litri d’acqua per produrre meno di 1,5 Kg di cotone?
    Coltivare la canapa contribuisce a ridurre il consumo di acqua in agricoltura perché necessita  un’irrigazione di gran lunga inferiore rispetto al cotone o ad altre coltivazioni.
  6. Contribuisce a sostenere pratiche agricole sostenibili
    Coltivare in modo sostenibile significa tener conto anche della rotazione dei terreni in base alle stagioni per far sì che il terreno sia sempre fertile. La coltivazione della canapa, oltre a mantenere il suolo fertile e l’aria più pulita, si presta perfettamente alla rotazione delle colture.

 

0
plastica-di-canapa